Il Nostro Manifesto

1

Appoggiandoci alle spalle di coloro che già erano sulle spalle dei giganti, affermiamo insieme a Pico della Mirandola la dignità dell’uomo e la sua unica posizione intermedia con le radici sulla Terra e la mente e il cuore rivolti al Cielo. La volontà, il genio, l’arte, l’operosità intrisa di alta cultura e artigianato ci guidano nell’esplorazione di ciò che appare meticolosamente studiato e si rivela, per lo più, avvolto nell’oscurità di una secolare inconsapevolezza.

2

Vogliamo riparare lo sguardo, l’occhio, l’attenzione e la mente nell’approccio alle opere d’arte, restituendo considerazione all’osservatore.

3

L’analisi iconografica e i riferimenti letterari, storici, artistici del contesto in cui la singola opera d’arte è stata prodotta saranno i nostri strumenti.

Chiamiamo chi è in grado di distillare queste evidenze ANALISTA ICONOGRAFICO

4

Un malinteso senso settario esalta il conformismo, l’obbedienza, la sottomissione della capacità percettiva e della preparazione letteraria e iconografica all’occhio sclerotizzato delle correnti culturali dominanti.

5

Affermiamo che i livelli di interpretazione di un’opera sono molto più ampi di quelli studiati finora. Affermiamo che è necessario credere nelle fonti storiche, nelle storie personali degli artisti, nel dialogo tra loro, nelle loro biblioteche, nella loro saggezza di intellettuali completi per attingere alla profondità tecnica, iconografica, simbolica, culturale, propagandistica di ogni opera. Essere aderenti al contesto e al milieu culturale in cui le opere sono nate, significa anche non farsi spaventare dall’elemento mostruoso, fantastico, inquietante che viene rappresentato in filigrana.

6

Vogliamo celebrare gli artisti e riportarli nel luogo a cui appartengono: il presente.

7

Rivelare all’occhio inesperto ciò che è sempre stato nell’opera è lo strumento per agganciare il patrimonio artistico dei secoli passati al mondo contemporaneo.

Chiamiamo gli artisti contemporanei che lo rendono possibile ALCHIMISTI ICONOGRAFICI.

8

Nulla di ciò che è svelato era assente davanti allo sguardo dell’ANALISTA ICONOGRAFICO, e la mano intelligente dell’ALCHIMISTA ICONOGRAFICO ha inciso il Velo di Maya.

9

Esortiamo i fruitori dell’arte a credere ai propri occhi.

10

Essere nel presente significa anche utilizzare i mezzi e gli strumenti del presente per la diffusione, la fruizione e il possesso delle creazioni artistiche. I NON-FUNGIBLE TOKENS, o NFT, possono essere un valido strumento per rispondere a queste esigenze, oltre ad affermare la necessità di disintermediazione per artisti e ricercatori, che attraverso di essi possono aspirare a vivere indipendentemente dal proprio lavoro.

11

L’arte non è mai stata esclusivamente fisica ieri e non può essere esclusivamente virtuale oggi. L’Universo e il Metaverso coincidono nell’Uomo.