Non isprezzare questo mio parere, nel quale ti si ricorda che non ti sia grave il fermarti alcuna volta a vedere nelle macchie de’ muri, o nella cenere del fuoco, o nuvoli o fanghi, od altri simili luoghi, nè quali, se ben saranno da te considerati, tu troverai invenzioni mirabilissime, che destano l’ingegno del pittore a nuove invenzioni sì di componimenti di battaglie, d’animali e d’uomini, come di varî componimenti di paesi e di cose mostruose, come di diavoli e simili cose, perché saranno causa di farti onore; perché nelle cose confuse l’ingegno si desta a nuove invenzioni. Ma fa prima di sapere ben fare tutte le membra di quelle cose che vuoi figurare, così le membra degli animali come le membra de’ paesi, cioè sassi, piante e simili.

Trattato della Pittura (Leonardo da Vinci), Parte seconda/63.
Modo d’aumentare e destare l’ingegno a varie invenzioni

Articoli Recenti

SCOPRI TUTTI GLI ARTICOLI

LEGGI DI PIÙ

Categorie in Evidenza

Deconstructing

Bio-grafie Düreriane

Dürer in Sicily

r-NFT